Podere San Giusto, la Campagna Toscana in Agriturismo!

Racconta la tua esperienza a Podere San Giusto
Lasciaci la tua recensione su TripAdvisor!
Seguici su Facebook
Podere San Giusto | Chianti: Le Migliori Cantine
22235
single,single-post,postid-22235,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.3,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Chianti: Le Migliori Cantine

Chianti Le Migliori Cantine

Chianti: Le Migliori Cantine

Toscana più vino… uguale Chianti.
Sono ormai diversi decenni che l’equazione scatta immediata nella mente degli appassionati di tutto il mondo e anche se va detto che la realtà del vino in questa regione d’Italia è molto articolata e raccoglie altre perle di incommensurabile valore, il Chianti rimane una delle zone più vocate del territorio e senza dubbio una delle più famose.

D’altra parte, chiunque sia stato in queste terre non può che conservarne un bel ricordo, sia per quanto riguarda i magnifici paesaggi, sia, naturalmente, per le bottiglie che si possono assaggiare nelle cantine più famose così come in quelle meno conosciute, tutte ugualmente capaci di regalare sensazioni sorprendenti.

Ecco allora le migliori cantine del Chianti:

IL CHIANTI CLASSICO

Storicamente, la zona del Chianti “Classico” è quella che si snoda attorno ai centri di Radda in Chianti, Castellina in Chianti e Gaiole in Chianti. Ma negli anni si sono aggiunti diversi nuclei attigui che hanno esteso la zona della doc. anche alle colline a ovest della Val di Pesa e della Val d’Elsa.
Forse la difficoltà principale nel visitare le cantine del Chianti… sta proprio nell’imbarazzo della scelta.
Prima di mettersi in marcia, comunque, vale la pena provare a chiamare telefonicamente le diverse cantine: alcune, infatti, accettano visite solo su prenotazione, ma anche in quelle per le quali l’accesso è libero, è sempre meglio informarsi per non incorrere in sorprese.

GREVE IN CHIANTI

Partendo dalla zona nei pressi della magnifica Greve in Chianti (perché da qualche parte bisogna pur partire…), senza tralasciare di dare uno sguardo al Castello di Montefioralle, considerato uno dei villaggi più antichi di tutto il Chianti, una delle cantine da non perdere è quella fondata nel 1967 da Giovanni Carlo Sacchet e Antonio Mario Zaccheo. Si tratta della Casa Vinicola Carpineto, posta in località Dudda. Qui tradizione e innovazione si fondono, dando vita a numerose bottiglie che hanno raccolto diversi riconoscimenti internazionali.
Altrettanto nota è l’azienda Castello di Uzzano, tra i nomi storici del Chianti. Aperta tutto l’anno, vale la pena degustare i vini in abbinamento con alcune delle specialità culinarie della zona.
Cresciute attorno a vecchi e maestosi manieri, ottimamente restaurati e conservati, sono anche le aziende Castello di Querceto, in località Lucolena, e Castello di Verrazzano.
Meritano una citazione, infine, le storiche Distillerie Bonollo, discendenti da una tradizione secolare che ha preso il via in Veneto e che ha trovato anche in Toscana terreno fertile per la produzione di grappe di assoluta qualità.

GAIOLE IN CHIANTI

Spostandosi nella zona di Gaiole in Chianti, la possibilità di scelta non diminuisce di certo.
Tra le aziende più interessanti c’è Badia a Coltibuono, le cui antichissime origini risalgono all’anno 1000 e che nel corso dei secoli si è trasformata da monastero a realtà vinicola di primo piano.
Ben più giovane, ma non per questo meno di qualità, è L’Azienda Agricola Rocca di Castagnoli, dinamica nella gestione e capace di conquistare in breve tempo un posto di prestigio nel panorama vinicolo mondiale.

LE ALTRE ZONE

Ma se si parla di prestigio, la direzione da prendere è quella che va verso Castelnuovo Berardenga, nella zona senese del Chianti Classico. Qui si trova l’azienda agricola San Felice, dove si produce il Chianti Classico Gran Selezione “Il Grigio 2011”, miglior vino del mondo, per l’anno 2015, secondo la prestigiosa rivista internazionale Wine Enthusiast.
Tra le bottiglie “top”, del Chianti spicca anche “I Sodi di San Niccolò” dell’azienda Castellare di Castellina, situata nell’omonima località e adagiata su 33 ettari di colline che fanno da magnifico anfiteatro naturale.
Prima di fare ritorno a casa, infine, imprescindibile è una visita alle maestose Cantine Antinori, in località Bargino, a San Casciano in Val di Pesa: sorge qui il ricco podere toscano di una delle famiglie più importanti dell’enologia italiana e mondiale.

Non ci sono commenti

Inserisci un Commento